Comincia il viaggio. Cronaca di un utente FFSS

Pubblicato: 21 luglio 2010 in Pura Follia
Tag:, , , ,

Arrivo alla stazione di San Miniato in orario (dopo esser dovuto comunque tornare a casa per recuperare il cellulare dimenticato in carica sul davanzale della finestra) e la biglietteria è occupata di un gruppetto di ragazzini dagli 8 ai 12 anni che urlano come dei pazzi e da un’accompagnatrice che beatamente se ne sbatte.
Dopo essere faticosamente riuscito a fare il biglietto (con il tizio allo sportello visibilmente scosso dalla precedente invasione delle piccole locuste) salgo sul treno senza altre evidenti difficoltà.


A Pisa, a parte la strana sensazione di essere circondato da gente che batte, faccio il biglietto per Genova e con calma consumo una frugale colazione a base di cornetto al cioccolato incandescente e caffè al catrame (adoro Chef Express); per pulirmi la bocca prendo una bottiglia di acqua che mi viene fatta pagare 1,20 euro (la razionerò fino a Genova).

Il treno eurostar che devo prendere è già in ritardo, come mi annuncia il “ProntoTreno” del mio N95 (eh già, le applicazioni ganze non c’è l’avete mica solo voi con l’IMinchia… Tra l’altro col mio cellulare riesco anche a telefonare, di tanto in tanto 🙂 )

Mentre aspetto il treno e mi squaglio dal caldo arriva lui, il capotreno di un regionale che sta per partire… 1.90, pelato, col pizzetto curato, un vago segno di sudore sulla schiena e il culo arrampicatissimo nascosto sotto un paio di pantaloni verdi militare tasconati…
Mi lascio scappare un “woof” e una ragazza li vicino mi guarda e si allontana sgranando gli occhi, poi il manzo porta il fischietto alla bocca e segnala la partenza del treno guardandomi (o FORSE me lo stavo solo immaginando).

Sul treno inizio a leggere “Level 26”, un libro (prestatomi da Pompiere e consorte) che va alternato alla visione di alcuni filmati sul web e che quindi mi ha costretto a fermarmi dopo una 20ina pagine, proseguirò più tardi con l’ausilio del mio pulcebook…

Allora tento di sopperire alla noia con la lettura del Vernacoliere, che però sta perdendo smalto… Troppa troppa troppa satira, diventa noioso dopo qualche pagina…

A Chiavari una specie di LadyGaga mora mi travolge con il trolley e io soffoco un moccolo, che mi parte poco dopo quando due tizie israeliane profumate di BigBabol cominciano a urlare alle mie spalle.

A condire il tutto passa il capotreno mentre cazzia in maniera clamorosa il controllore, accusandolo di metterci troppo a fare il check dei biglietti perché si ferma a dare informazioni… Beh… Vai a fare del bene… Mah…

Per concludere in bellezza le ruote del mio trolley mi hanno abbandonato pochi passi fuori dalla stazione di Genova… sigh…. fortunatamente posso solo migliorare!

… to be continued.

Advertisements
commenti
  1. Pompiere ha detto:

    Continua la tua avversione per i bambini. Ricordati che Pitubi ha in serbo una gradita sorpresa… per noi! 😀

    E poi, guarda caso, tu capiti sempre nei cessi, e per giunta dove c’è gente che è lì per rimorchiare… dì la verità che non resisti al richiamo del cruising 😉
    Il capotreno del regionale è un mio amico. E’ grazie al suo sedere che ho imparato a scalare le pareti senza l’uso delle mani.

    Dove sei arrivato a “Level 26”? Lui è già morto?

    • TheVirgo ha detto:

      Oddio… che sorpresa? La cosa mi inquieta…. che poi tra l’altro io non ho l’avversione per tutti i bambini… solo per quelli non sedati….

      Non ero in bagno, la sensazione di essere in un enorme cruising l’ho avuta in TUTTA la stazione! (tra l’altro nei bagni della stazione di Pisa c’è la donnina che ti viene a cercare se dopo un po’ non ti vede uscire) 😛

      Il pelato era veramente na roba clamorosa, ho continuato a fissarlo come un cretino per un buon quarto d’ora, lasciavo la scia di bava come le chiocciole.

      Level 26 è sempre fermo li, non riesco a loggarmi, non mi invia la conferma di registrazione alla mail… (Grazie d’avermi anticipato che lui stianta :P)

  2. White Tiger ha detto:

    QUESTA E’ PER AVERMI DEFINITO “Pompiere e CONSORTE”… STR..Z!!!

    COMINCIA IL VIAGGIO. Cronaca di un Batuage-Tour per le Stazioni Ferroviarie.

    Non so nemmeno per quale cazzo di motivo (che testa che c’ho…) ma arrivo ovviamente in ritardo alla stazione di S. Miniato (ma dove cazzo vado?! boh…), dopo essere dovuto tornare a casa a recuperare il cessofono che avevo dimenticato (parto per un viaggio di una settimana e cosa mi dimentico? un paio di mutandine in più? no… il telefonino…).
    Ovviamente a quell’ora c’è già gente, un simpatico gruppo di ragazzini in gita con la loro insegnante, una donna sulla quarantina, molto avvenente, alla quale, istintivamente, invidio non solo la bellezza, ma anche l’amorevole pazienza che dimostra nella gestione dell’ameno gregge di pargoli (sarà parente di Tata Lucia??).
    Arrivo a Pisa per prendere l’Eurostar… che sfiga, per una volta che è in ritardo… doveva capitare proprio a me?! va beh… Cerco di consolarmi con quel minchiofono che ho al posto del cellulare… a parte telefonare (e non prende nemmeno granchè bene) ci fai poco altro, l’ho pagato uno stonfo, ma oltre a un’inutile applicazione per sapere che il mio treno è in ritardo (ma lo sapevo già!!), l’unico giochino è poco più di un tetris, e manco mi riesce… mi stanco subito e allora penso che tra le mani potrei tenerci altro, per passare il tempo. Mi metto a battere, e ad ogni palpito di ciglia mi sembra che tutti quelli che punto ricambino il mio sguardo languido… si, si, mi guardano tutti 🙂 ah che meraviglia… ops! passo davanti ad una vetrina che mi fa da specchio e mi accordo del “baffo” del cappuccino che mi è rimasto dalla colazione in pasticceria e… guarda! oh cazzo! mi ci è rimasto anche un sbavo di crema che sembra… sembra… si… sembra proprio quello… ecco perchè tutti mi guardano…
    Vado in bagno a ripulirmi, e spero magari di trovarci qualcuno di interessante; invece c’è solo l’inserviente, che se non fosse per il sorriso sdentato e cariato ci avrei fatto un pensierino… ma stamane son già troppo depresso e torno sui binari, sperando che ormai il treno stia arrivando e metta fine a questa permanenza imbarazzante…
    Appena metto il naso fuori dal bagno ops!!! …ho la patta aperta… la chiudo… torno a guardarmi intorno.
    Ed è allora che lo vedo e il mio spirito s’illumina! Cacchio! Forse tutte le mie solite sfighe di stamattina sono state solo il prezzo da pagare per avere, adesso, un premio in cui non avrei mai pensato di poter sperare.
    E’ distante, allora avanzo verso di lui, magari avrò l’occasione che spero.
    Ho le lenti a contatto color malva un pò appannate dalle lacrime per l’emozione, e l’effetto è come di essere in una nuvola, in un sogno… Tra la folla lo osservo mentre mi avvicino, un pezzo d’omo, piazzato, sì, rasato, intravedo quella che sembra una barbetta interessante, già mi lecco i baffi al solo pensiero di assaporarlo… sono alle sue spalle e la mia mente contorta fruga tra i neuroni alla ricerca di una buona scusa per attaccare bottone… ma sì! è in divisa, sembra un capo treno, niente di più facile, gli chiederò informazioni sul mio treno! gli dico “Mi scusi!”… la mia voce esce troppo squillante, non volevo! sembravo una travesta! cazzo! l’emozione mi tradisce… niente paura, mi riprendo e farò meglio, lui si gira, io sfodero il più smagliante dei miei sorrisi (uno di quelli alla Heather Parisi…) e…………
    ………….una doccia fredda………….
    ………….mi sento come se fossi legata ad un palo con tutti i piccioni che mi volano sopra e mi fanno la cacca sulla faccia (citazione dalla “Valeria Marini” della Guzzanti, suggerita da un amico esperto in materia)………..
    ………….eh sì… le mie lenti malva erano evidentemente TROPPO appannate, e il mio cervellino pure, forse definitivamente ottenebrato da quella “voglia”, la stessa per cui tanto Marcella Bella si tormenta da anni…
    …una sola parola: CESSO…
    LUI è un cesso: sembrava piazzato, ma era solo tarchiato; spalle larghe? era solo la giacca, in realtà è un flaccido panzone bassotto; la pelata? si, ma sul davanti ha il riportino!!! un baldo giovinotto? avrà almeno 65 anni… e la barbetta? 4 peli spennati…
    SIGH…
    Per fortuna finalmente arriva il treno che mi porterà via da tutta questa gran figura dimmerda…
    Salgo mi accomodo con le gambe accavallate… macchè, mi intreccio quella specie di zampogne che mi ritrovo tentando pateticamente di assomigliare alla Parietti… provo a leggere un libro Harmony, sfoglio qualche pagina di Nonna Moderna, mi guardo le unghie, ma la noia mi attanaglia, non c’è scampo da me stesso…
    L’unico diversivo è una meraviglia di donna, sembra Lady Gaga, la invidio letteralmente! E lì accanto due meravigliose ragazze orientali, che coi loro tratti perfetti e aggraziati, mi ricordano quanto la natura sia invece stata crudele e inclemente con me…
    E se non bastasse passa il “capotreno” cessoso che mi controlla il biglietto che non ho timbrato!!! me ne sono dimenticato nel tormento degli eventi alla stazione!!! E quindi devo anche pagare una multa di 95 Euro!!! Che culo!!!
    Finalmente scendo dal treno, sperando che questo calvario sia finito, ma dopo qualche passo fuori dalla stazione di Genova “CRACK”… le ruote del mio trolley color malva (si! come le lenti a contatto!) mi abbandonano, la chiusura si apre spandendo una scia di abitini e biancheria sul marciapiede… e io, che speravo di aver finito con le tragedie, realizzo in quel preciso istante che tutto questo… è stato solo l’inizio…

    • TheVirgo ha detto:

      Ma io ti ADORO!!!!! (Deh… è meglio il commento del mio post…. sigh) Non riesco a smettere di ridere! La mi mamma mi guarda come se fossi posseduto 😛
      Cavolo… devo chiamarti più spesso “consorte”!!!!!!! ahahahahahahhaha

  3. White Tiger ha detto:

    Quando vuoi Tesoro 🙂 ma non c’è bisogno di chiamarmi ‘consorte’ sennò prima o poi ti trovi col naso rotto 🙂 SMACK

  4. TheVirgo ha detto:

    Ok, non lo faccio ccchiù! 😀 SSSSSSSmack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...