Archivio per aprile, 2010

Ho visto…

… il mio telefono squillare lampeggiando per annunciarmi che sarei entrato in turno al lavoro con 18 ore di anticipo e che avrei avuto di conseguenza un finesettimana di merda;

… un bonazzo nel parcheggio della stazione di Empoli che mi puntava il culo, ma l’altoparlante annunciava già il mio treno;

… un marocchino vestito da Lou Bega (quello di Mambo # 5) che m’ha chiesto due spiccioli e una sigaretta (non fumo e a soldi sto messo peggio di lui);

… uno stuolo di ragazzini (minghiamminghia) fogati che festeggiavano occupando quasi completamente il treno;

… un autobus turistico con dj a bordo che metteva musica truzza a palla e una serie di ubriachi persi che vociava sopra;

… dei pecoroni annoiati bloccati in fila in ZTL per andarsi a divertire a Firenze (l’ho cara);

…dei cafoni incazzarsi con me per un errore di valutazione del mio collega del pomeriggio…

Conclusioni…. meno male ho preso il treno… meno male lavoro… guardacaso quello stronzo del mio collega ha due matrimoni proprio il sabato della NOTTE BIANCA  a Firenze…

La gattara dei Simpson un c'entra nulla ma mi garbava 😛

Annunci

Meno male lavoro….

Pubblicato: 27 aprile 2010 in Pura Follia
Tag:

… perché stasera proprio non avrei dormito…

Stasera son proprio depresso, non è stata sicuramente una di quelle giornate da ricordare…

Mia mamma mi ha detto che mia nonna (78 anni  a metà maggio) deve farsi degli accertamenti, ma secondo i dottori non ci sarebbe da aspettarsi troppe buone notizie.
Nonostante sappia che era quasi inevitabile arrivare a questi punti, visto che fuma come una turca da quand’era ragazza e non è mai riuscita a regolarsi,  mi mette un sacco di tristezza… In fin dei conti lei è stata LA NONNA… quella che mi ha viziato, cresciuto, coccolato, stressato l’anima perché non la vado mai a trovare,  quella che sistematicamente scambia il mio nome con quello di mio fratello,  quella dell'”Ovino Kinder”, quella delle caramelle prese di nascosto dalla sala da pranzo, quella che mi ha fatto conoscere i miei primi amici, quella che da piccolo mi metteva in imbarazzo davanti agli altri ragazzini con qualche complimento fuori luogo, quella che tutte le volte che la vado a trovare mi congeda con “Attento con la macchina, che al giorno d’oggi…”.
Vorrei tanto svegliarmi domani e sentirmi dire che i dottori avevano fatto delle ipotesi troppo affrettate e che si tratta solo di un’infiammazione trascurata, curabile con qualche noiosa puntura e che mia nonna continuerà a farmi le prediche fino a che non sarò troppo grande per ascoltarle (cioè mai)

La foto ritrae un maschio virile, con la    barba ispida e biondastra, lo sguardo duro e le labbra serrate, seduto su una sedia in maniera scomposta, a gambe semiaperte infilate in un paio di jeans che a stento trattengono la mascolinità dell’esemplare.

Su msn chiedo a un amico, che non contempla il mio gusto per il maschio maturo:”Secondo te, che lavoro fa questo qua?” Essendo a conoscenza che il tipo non ha esattamente l’occupazione più maschile del mondo…

Lo guarda… immagino la sua smorfia… e poi esordisce con:”Sgozza i buoi guardandoli negli occhi?”

In quel momento ho capito che sarebbe diventato uno dei miei migliori amici… viva le cattiverie acide.

L’altro giorno a Pisa il cane della finanza mi ha quasi staccato i lombi….

Finanziere: “Documento… Dove va?”
Io:”Accompagno il mio amico al binario e poi mi vengono a prendere”
F:”…. Lei fuma?”
I:”No”
F:”Sicuro?”
I:”Deh… si, non fumo”
F:”Non fuma sigarette??”
I:”Ho detto che non fumo…”
F:”Ashish?”
I:”O_o… Ma le pare? Le ho detto di no!!!”
F:”E allora perché il cane è venuto diretto da lei?”
I:”Ma che ne so, me lo dica lei, è suo il cane!”
F:”Ha animali a casa?”
I:”Si, una gatta”
F:”Ah… vada…”

E poi le barzellette le fanno solo sui carabinieri…

Ps. Se proprio devi farmi perdere un quarto d’ora pensando che sia un novello Pablo Escobar almeno fammi una perquisizione…  (se mi avesse detto mani contro il muro e gambe aperte mi sarei bagnato… giuro :P)

Questione di culo….

Pubblicato: 22 aprile 2010 in Pura Follia
Tag:,

Non ero mai stato alla Galleria dell’Accademia e sinceramente, da toscano, era una cosa di cui un po’ mi vergognavo.

Ieri, approfittando della visita di due amici da Genova e della “Settimana della Cultura” sono andato a vedere.

Entriamo e la seconda sala è dedicata a quel capolavoro che è il David di Michelangelo.
Porco giuda, è ancora più imponente della copia esposta in Piazza della Signoria, è fantastico, realistico e così infinitamente… minidotato….

Facciamo il giro della statua e ci sediamo sulla panca dietro. Uno dei due miei compagni di visita culturale a un certo punto accenna un:” non vi pare…. che la chiappa della gamba in appoggio sia troppo rilassata?”

Non l’avesse mai fatto… è cominciata una serie di dimostrazioni live su come in realtà la natica fosse scolpita tesa e in maniera corretta… Tre finocchie che a turno riproducevano la posa del David e si facevano palpare dagli altri due, sotto gli sguardi attoniti dei turisti americani…
Mi ha sorpreso il fatto che nessun giapponese si sia prodigato a fotografarci 😛

Adoro….

Dai! Tifo per te!!!!

Pubblicato: 20 aprile 2010 in Pura Follia
Tag:,

Almeno un giorno non lontano, se tutto andrà bene, potrò dire che quello li famoso tanti anni fa mi ha fatto un pompino!!!!

Non ci posso credere… i miei si approfittano di me..

Stamattina sono tornato a casa dopo il turno di notte intorno allle 8.15, ho parcheggiato la macchina sotto casa,  mi sono spogliato e mi sono messo a letto.
Come al solito, mi sono addormentato quasi immediatamente, facendo un sonno senza sogni, pesante e riposante….

Ho aperto gli occhi, la sveglia proiettava un’immagine rossa sfocata che dopo essermi infilato gli occhiali si è trasformata in un “15.08”.
Tirate giù le gambe dal letto ho cercato le infradito, mi sono alzato, sono andato in bagno ciondolando e hofatto la pipì, mi sono dato una lavata svogliata e sono arrivato in salotto, dove i miei stavano guardando qualcosa che assomigliava vagamente a un pollaio in cui era stato buttato del granturco… ah no, era il programma della Balivo.

Mia mamma ha chiesto:”Hai fame?”
Sedendomi a tavola ho annuito automaticamente, mentre lei velocemente ha riscaldato un piatto di pasta e me lo ha porto.
Mentre mangiavo, il mio cervello si è fatto più lucido e sono riuscito pure a rispondere senza troppo entusiasmo alle domande random che  lei mi faceva:”Avete gente? C’era confusione? Hai riposato un po? Trovato traffico?” Il tutto mentre stava appoggiata con i gomiti sul tavolo in un’innaturale e scomoda posizione e sfoggiando il suo sorriso da mamma….

Dopo mangiato ho preso il mio piccolo portatile e sono sprofondato sul divano per leggere la posta e controllare Facebook.

A questo punto, sempre lei, mi ha chiesto:”Ti sei mica accorto che sono entrata in camera stamattina?”
Io:”No, perché? Cercavi qualcosa?”
“No, no…. sai, con babbo siamo stati a fare la spesa…”
I dubbi mi hanno assalito, ho tentato quindi la provocazione:”Ah… e…. il portafoglio l’hai trovato? Era nel borsello.”
“Ehm..si si, ma avevi 20 euro soli in contanti e non li ho toccati…”
“Bene… magari chiedimelo la prossima volta..”
“Va bene… stamattina  abbiamo usato il bancomat…”
“Mamma, cazzo!”
“Dai, c’è lo scontrino…”
“Dello scontrino me ne frego, almeno che non serva per essere rimborsato!”

A quel punto mi sono incazzato…

1. Mi sta sul cazzo che frughino tra le mie cose.
2. Mi sta sul cazzo che usino i miei soldi senza chiederli.
3. Mi sta sul cazzo che usino il bancomat senza chiedermelo.

Domani dovrò fare due chiacchiere  serie con mio padre, so già che ci litigherò, ma me ne sbatto… che a 60 anni e con una pensione misera non abbia voglia di trovarsi un lavoretto per arrotondare mi fa veramente girare le palle….

Vorrei tanto avere il modo di andarmene, ma purtroppo quello che prendo di stipendio mi vola via in benzina e per la rata della macchina… Mi sa che ci prendo la pensione pure io a Fucecchio…
E che smettano di prendere in considerazione l’esempio di mio fratello che lavora a 5 km da casa e prende una paga diversa…

Voglio urlare….

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHRRRGGGGGGGGGGGGGHHHHHHHH!!!!!!!!!!!!!!

Ma porca miseria… lo so che gli piaccio…  mi guarda, lo guardo… gli sorrido, mi sorride… ora gli parlo… e mi esce un:”…ciao…” che forse l’hanno sentito solo i miei molari…

Mi detesto… a volte immagino che esista un altro me, come dentro a Sliding Doors e che dall’altra parte ci sia uno spregiudicato bastardone che coglie le occasioni al volo…

Invidio chi ha la faccia come il culo e riesce a buttarsi….

Le gay chat

Pubblicato: 12 aprile 2010 in Pura Follia
Tag:, ,

Ci sono alcune cose che non riesco a capire nelle chat gay:

  1. Perché continui a definirti ragazzo se hai più rughe delle chiappe d’una tartaruga?
  2. Perché continui a stare su un sito per orsi (ciccioni e/o pelosi) se pesi 40kg, sei più liscio di una lucertola e non hai intenzione di cercare qualcuno diverso da te?
  3. Perché ti definisci attivo e hai solo foto del b**o del c**o?
  4. Perché pretendi dagli altri foto del viso se invece tu non ne hai?
  5. Perché pretendi di incontrarmi senza mostrarmi una foto del viso?
  6. Perché dici che se non rispondi è perché non sei interessato? Se non rispondi, anche solo per dare un due di picche,  sei solo un cattivone maleducato.
  7. Perché cerchi amici e posti foto in posizioni che nemmeno Cicciolina sarebbe in grado di replicare?
  8. Perché cerchi amici attivi/passivi/versatili? Esiste un amicizia attiva/passiva/versatile?
  9. Perché sotto i 30 anni sei considerato un piskello immaturo? Conosco 40 enni messi assai peggio di me.
  10. In che senso devo essere deciso e insospettabile?
  11. Perché mascheri un “mi fai cagare” con un “scusa ma devo uscire” e poi rimani in linea 3 ore? Guarda che gli occhi ce l’i ho, caro…
  12. Perché dovrebbe essere un punto a favore stare fuori dai giri gay? Io ci son dentro fino al collo e mi diverto da pazzi…

…….. continua………

Sto parlando del mio fidanzato ideale….

Dovrebbe avere un’età compresa tra i 30 e i 40 anni.
Non deve essere un gran fico, perché tutti me lo guarderebbero e io lo voglio solo per me…
Fisicamente non mi importa… Di sicuro non dev’essere né anoressico né troppo sovrappeso…
Dev’essere un tipo, con un bel viso e soprattutto begli occhi, il colore è indifferente (certo, gli occhi verdi sono un plus…) ma è il taglio che mi colpisce… dev’essere particolare..
Deve portare i capelli scuri corti… cortissimi, ma rasati sarebbe pure meglio.
Deve avere una bella bocca, con labbra non troppo carnose né troppo sottili, magari incorniciate da un bel pizzetto scuro, anzi, meglio se brizzolato e non dev’essere un maniaco della rasatura quotidiana.
Dovrebbe avere un bel tappetino di pelo sul petto e magari pure sulla panza, ma senza esagerare.

Di carattere dev’essere passionale, coccolone quanto basta, ma non troppo… perché dopo un po’ mi viene a noia.
Dev’essere anche simpatico, deve saper ridere e trovare il lato buffo di me e di qualsiasi situazione lo permetta.
Dev’essere assolutamente maschile, ma non voglio che sia uno di questi tipi che se la prendono se di tanto in tanto giochiamo a fare “le cretine”.
Deve essere geloso e pure un po’ possessivo come me, ma senza togliermi la libertà di vedere gli amici da solo quando non siamo insieme.
Deve saper condividere le mie passioni e farmi incuriosire per le proprie, senza tenerle per se e deve essere disposto a vivere anche le mie amicizie…

Dovrebbe sposare la regola “Storia = Monogamia”, perchè per me il sesso a tre (o anché di più) è solo nei film porno e andare a letto con qualcuno che non sia il mio compagno sono corna, non è “rinnovare la propria relazione”, con la conseguenza della drammatica fine della suddetta storia…

Dovrebbe avere un posto dove stare da soli o essere disposto a trovarne uno insieme…

Dovrebbe vivere a Firenze, perché bene o male la mia vita (lavoro e amicizie) è lì…

Vorrei vorrei vorrei… forse se m’accontentassi un po’ di più mi farei meno….. censored! (Clicca sul link)

QUESTA E’ LA CENTESIMA BOIATA CHE SCRIVO NEL BLOG!!!!!!!!!!!! AUGURI A ME 🙂 🙂 🙂