Archivio per gennaio, 2010

La giornata della memoria è anche la giornata degli omosessuali, zingari, oppositori politici, portatori d’handicap e di chiunque altro è stato perseguitato o non rientrasse nel disegno assassino dei nazisti e che è morto nei campi di sterminio. Non solo degli Ebrei.

Un ricordo per loro…

Annunci

Già ho poca voglia…

Pubblicato: 26 gennaio 2010 in Pura Follia
Tag:,

….. di andare in palestra, se poi ci mettiamo anche gli elementi che la frequentano finisce che veramente smetto di andarci.

Dico subito che ho la fortuna di poter frequentare la palestra in orari di vuoto totale e potermi concentrare sugli esercizi senza dover fare la fila per  aspettare il turno ad un macchinario e in effetti, a parte poche eccezioni, i miei compagni di fatiche sono vecchietti, casalinghe e ragazzine.

Capita però che non riesca a finire la mia scheda entro un’ora decente e spesso mi ritrovo a terminare le mie serie agli orari di punta (12.30 e 18.30), quando magicamente spuntano dalla porta della sala pesi delle creature mitologiche, col fisico di Lou Ferrigno e il cervello di Paris Hilton che iniziano a occupare le panche dei pesi per ore.
A parte l’invidia per il fatto che riescano ad alzare il doppio (a volte anche di più) di quanto non riesca a fare io, fa rabbia che se li incroci non solo non salutano (cosa che faccio regolarmente con tutti), ma ti squadrano da capo a piedi quasi più di quanto non riesca a fare il nuovo bodyscan al check degli aeroporti e perdipiù sulle loro facce tirate si forma un sorriso a mezza bocca che recita:”Povero sfigato”.

Più di una volta mi sono trovato a fantasticare di bucarli con un ago e vederli sgonfiare come palloncini… e già sto meglio….

Avatar

Pubblicato: 21 gennaio 2010 in Pura Follia
Tag:, ,

***Questo post potrebbe contenere uno spoiler! Io v’ho avvertito***

Mi scuso da subito per la banalità del titolo, ma altro proprio non mi veniva.
Ovviamente parlerò del nuovo film di James Cameron, IL capolavoro! 🙂

Era dall’ultimo dell’anno che non vedevo la mia migliore amica Ilaria, quindi decidiamo di passare una serata fuori;  dato che erano giorni che venivo martellato da pubblicità, trailer e recensioni di amici, propongo di andare a vedere “Avatar” in 3D al VisPathè; quindi prenoto i biglietti su internet, posti centrali, in fila centrale (non sono mica scemo :P) e andiamo.

Premetto che ero alla prima esperienza col cinema 3D (se escludiamo quella tremenda con l’attrazione di Gardaland)

Superato un piccolo intoppo con due cretini che ci avevano fregato i posti (e che si rifiutavano di spostarsi, almeno prima che Ilaria chiamasse il guardiano… *che vergogna*),  ci sediamo, inforchiamo gli occhialetti forniti all’entrata e inizia la proiezione dei trailer. Impressionante vedermi a un centimetro dalla faccia la testa dello Stregatto di Alice nel paese delle meraviglie (prossimo film che andrò a vedere)

La trama di “Avatar” penso la conoscano tutti: Lui, belloccio ma sfortunato marine rimasto paralizzato dal bacino in giù viene spedito su un pianeta lontano per un’operazione scientifico/militare.
Il suo compito è quello di guidare telepaticamente un “Avatar”, ovvero un corpo con le sembianze degli abitanti del luogo, studiare il loro comportamento, farsi accettare e convincerli a sloggiare per liberare un giacimento minerario con le buone, per evitare così un attacco militare (i soliti americani!)
Tutto fila liscio finché… finché lui ci prende troppo gusto!

A parte la trama, anche troppo banale e già vista (Mi ricorda un po’ balla coi lupi), il film è un crescendo di luci, paesaggi, suoni ed effetti speciali che tolgono il fiato! Tutto condito dalla nuova tecnica del 3D (Insetti che ti volano davanti agli occhi, gente che ti punta il mitra contro, sensazione di vertigine su strapiombi e montagne…), insomma un vero e proprio spettacolo per gli occhi.
Se poi ci aggiungiamo le musiche spettacolari e un paio di scene toccanti si raggiunge la perfezione. Io sono rimasto letteralmente a bocca aperta…

Ps. Come non tentare di immedesimarmi creando il mio “Avatar” ehehehehe

Orsi & Fundoshi…. Che binomio…

Pubblicato: 13 gennaio 2010 in Pura Follia
Tag:, ,

Spippolando sulla rete mi sono ritrovato davanti a questo video… GIuro che mi è mancato il respiro…
A parte che il protagonista è da mangiare a morsi… Ma se tanto mi da tanto… sto pensando alle altre applicazioni della velocità e della sicurezza con cui compie i movimenti per indossare il fundoshi (tipico indumento giapponese)

Il video che era qua è stato bannato perché qualche utente di youtube lo ha ritenuto porno… fanculo, cliccate sull’immagine o QUI per essere reindirizzati alla pagina del video.

Bah… girando in internet mi sono imbattuto nell’ennesima pubblicità riguardante una dieta…. questo il banner pubblicitario:

In realtà la didascalia dovrebbe essere: ero un gran figo, ora sono un tamarro…  Leggi la mia storia!

Mah…

Devo ammetterlo, oggi ero proprio giù… Ero giù per una serie di motivi che:
1. Chi mi conosce già sa
2. Chi non mi conosce non saprà mai, tanto non è niente di clamoroso 🙂

Fatto sta che mi vien voglia di creare un post sul blogghettino… Qualcosa di banale, una sorta di richiesta d’aiuto.
Mi vedo già l’anteprima nel cervello… un orsacchiotto che implora una carezza all’obiettivo della fotocamera e una didascalia semplice: HO VOGLIA DI COCCOLE!!!

Quindi che faccio? Agisco come di routine:
1. Apro “Google Images”
2. Digito “Orso coccole”

E a questo punto è successo qualcosa di sensazionale; probabilmente il mio cervellino si è collegato in wi-fi al pc e gli ha trasmesso quali fossero le mie reali intenzioni e voglie, perché la prima immagine che mi è saltata all’occhio è questa:

Conclusioni:

a. Ho ancora più voglia di “coccole”;
b. Google mi capisce!!!

ps. se conoscete un tipo del genere in credito di coccole dategli il mio indirizzo!!!!!!!!!!!!!!!

In questi giorni mi sono messo a spulciare le statistiche del mio blog e ho scoperto un mondo meraviglioso… le chiavi di ricerca!

In parole povere, le chiavi di ricerca non sono altro che quelle paroline che, una volta digitate su un motore di ricerca, di avvicinano  più o meno a questo o quel sito.

Il problema è che  per trovare il mio blog la gente ha digitato robe da manicomio… vi cito le più esilaranti:

veri maschi: poverino, mai destinazione fu più errata….
virgo sei gay: ma va’…
bagno mutande bianche: ….
comunicazione contro piscio del cane:
ho riso un quarto d’ora ma non so come commentare 😛
box doccia virgo: guarda ciccio… è stretto, scomodo e scassato… e in due un ci s’entra…
gay scuola alberghiera montecatini: per esperienza… ti posso assicurare che ha sfornato più finocchi che cuochi…
ma vaffanculo: grazie e altrettanto, saluti a casa…
cervello fatto: mi piace l’autocritica…
mi piace parlare con te mi stimoli: grazie tesoro… ma lo stimolo da che parte esce?
cazzi di orsi gay: bada… se per caso li trovi, 334-36………
miss777 x factor: cos’è… una gara canora per sole donne???

sperando di avervi strappato un sorriso… spero di poterne pubblicare al più presto di nuove!