Archivio per maggio, 2008

Piove… ex governo ladro…

Pubblicato: 20 maggio 2008 in Pura Follia
Ma è possibile che da quando il Berlusca è al governo non fa che piovere?
Siamo al 20 Maggio, a quest’ora l’anno passato si era tutti a rosolarci al primo caldo sole estivo e i più temerari cominciavano a bagnarsi le chiappe nel freddo mare (anche se sta diventando un oceano tropicale) italiano. E invece PIOVE. Io sono di Fucecchio, l’altro ieri si è tenuta la grande manifestazione storica del paese.
La tradizionale corsa dei cavalli del Palio è sembrata più un guado che una disputa equestre….
Firenze è grigia come mai si era vista in questo periodo dell’anno e assomiglia più a Londra che a una città del Mediterraneo.
Addirittura mia madre, che non vedeva l’ora Pensieroso di fare il cambio degli armadi, si è vista costretta a rimandare…
Rivoglio il sole!!!!!!!! L’unica consolazione è che almeno, qui in albergo, i clienti non stressano con l’aria condizionata..
Una domanda sorge spontanea… Arriverà l’estate?
Annunci

Calciomercato?

Pubblicato: 20 maggio 2008 in Sport & Dintorni

Notizie dell’ultima ora, esclusive, scoop memorabili, ecco una raccolta delle ultimissime notizie da casa Viola:

Il portiere Frey ha appena firmato per il Milan, il portiere francese, pur di approdare alla squadra rossonera, si è autoridotto l’ingaggio rientrando quindi nel tetto stipendi imposto da Berlusconi dopo il taglio dell’Ici prima casa. Frey si è svincolato a parametro zero, il Milan per ottenerne il cartellino ha infatti impugnato un cavillo delle Noif, più precisamente il 3° comma del paragrafo A capoverso B, che prevede la "perdita dei diritti nei confronti di un giocatore francese, ma che parla discretamente l’italiano, per quelle società che non abbiano pagato la bolletta del gas nei tempi previsti". Inutile l’alzata di scudi da parte della Fiorentina, "ma se il gas non ce l’abbiamo nemmeno!" hanno detto i dirigenti Viola, la decisione della commissione Figc è stata definita irrevocabile.

Capitolo Kuzmanovic: il giovane talento Viola è stato sospeso dall’attività agonistica, si è infatti scoperto che il Ds Corvino non l’aveva affatto acquistato dal Basilea, ma ad un’asta pubblica nel quartiere di Scampìa. False anche le generalità fornite dal ragazzo al momento dell’iscrizione alle liste federali, il suo vero nome è Pino Gargiulo, nato a Frattamaggiore, già noto alle questure d’Italia per imitazione abusiva di calata svizzero-slava. Kuzmanovic, anzi Pino Gargiulo, dopo aver versato un’ammenda potrà si continuare a giocare, ma solo in una società di Milano o Roma, questo secondo il testo unico di pubblica sicurezza che ne dispone l’obbligo di firma ai commissariati siti nelle zone residenziali di Tor Pignattara o di Quarto Oggiaro.

Riccardo Montolivo sta per passare al Palermo, il centrocampista ha dichiarato recentemente: "quello dei rosanero è un progetto vero e mi ha convinto, senza contare che amo particolarmente il panino con la milza mentre il lampredotto sinceramente mi fa recere… C’è anche la questione logistica, stando a Palermo si è più vicini un po’ a tutto, servizi e collegamenti sono più agevoli, non è come a Firenze, lì figuratevi che l’aeroporto chiude alle 22!".

L’attaccante Pazzini appenderà le scarpe chiodo a fine stagione, la sua è una vera e propria crisi mistica: "Lascio a fine stagione – ha detto Pazzini – mi ritirerò presso l’eremo di Quaracchi a meditare sulle miserie del secolo".

Clamorosa l’operazione ormai ufficializzata da Corvino: tra il Ds Viola e la Samp è andata in porto un vero affarone, ai blucerchiati andranno Gamberini, Donadel e Jorgensen, ai Viola Gasbarroni. L’affare di mercato è stato salutato con grande soddisfazione dall’editorialista G.A.T. su un noto quotidiano. Tuttavia, solo successivamente, la Fiorentina si è accorta che Gasbarroni è di proprietà del Parma, la Samp si è comunque rifiutata di mandare a monte l’operazione: "v’avevate ad accorgervene prima" sembra abbia detto il dirigente doriano Marotta. Corvino ha comunque ottenuto i servigi sportivi di Gasbarroni, in cambio al Parma vanno Osvaldo, Cacia e 500 kg di muffato del Salento, famigerato formaggio pugliese.

L’attaccante rumeno Adrian Mutu passerà alla Roma, irrinunciabile l’offerta fatta ai Viola dalla società della famiglia Sensi. Alla Fiorentina arriveranno Rossi, Bianchi e Neri, più noti come i gemelli della rovesciata, uno si mette a quattrozampe, l’altro s’appoggia al primo con la schiena, il terzo dà lo slancio al secondo per colpire la palla. La velocità non è una delle loro doti migliori, ma le rovesciate che confezionano sono da cineteca. Il club gigliato oltre al cartellino di Mutu ha versato alla Roma 37 milioni di euro.

Infine Prandelli: l’allenatore di Orzinuovi può essere ormai considerato un ex Viola. In nottata è arrivata la firma sul contratto che lo legherà all’Inter per le prossime 19 stagioni, Massimo Moratti gli ha assicurato uno stipendio comunque commisurato al salary cap interista, 13,7 fantastiliardi al mese. Prandelli però sarà l’allenatore ombra della squadra nerazzurra che ha confermato sulla panchina Roberto Mancini. Compito di Prandelli sarà quello di stazionare appena dietro la nuca di Mancini e, in caso di sciocchezza, "pem" assestargli sul capo una pacca svegliarella altrimenti detta zuppa: "A furia di pem pem vinceremo lo scudetto" ha commentato il Ds Oriali.

Ultim’ora: a seguito del diffondersi di queste notizie il popolo Viola si è radunato sotto la sede della società gigliata in piazza Savonarola. Tuttavia alcuni rappresentanti del tifo si sono successivamente accorti che quella era la vecchia sede della società Viola, uno di loro ha domandato: "e la nuova dov’è?". "La nuova non c’è" ha risposto un altro. Il corteo di tifosi gigliati (600mila per gli organizzatori, 14 più 2 cionchi secondo la Questura) si è quindi diretto in piazza S.Croce, da lì sono partiti cori, ovazioni ed applausi nei confronti dei Della Valle e di Corvino, alla storica chiesa che dà sulla piazza è stato apposto un grande striscione "Evviva il progetto, Firenze condivide le scelte della proprietà, per un futuro migliore!".


N.B. Ai colleghi dei Tg di Sky, a quelli dei Tg nazionali e della "grande stampa", ricordiamo che il materiale pubblicato su fiorentina.it può essere utilizzato a patto che ne venga citata la fonte.

S.P.

http://www.fiorentina.it/Notizia.asp?IDNotizia=61628&IDCategoria=98

Il testo che state per leggere è puramente e volutamente ironico , non è da intendere come razzista nei confronti delle popolazioni citate. Buona lettura….

E’ dura lavorare in un albergo.. non capisco quelli che dicono che non si fa niente…
Gente che va, gente che viene. E tutti con la stessa esigenza: Rompere le palle al receptionist di turno…
Io mi sono fatto una classifica… la classifica delle nazionalità di clienti rompiscatole, ma parlerò solo dei primi della "classe"…

La leadership ce l’hanno di sicuro gli Indiani: sono spocchiosi, pretenziosi, arroganti… e hanno quel sentore di curry che rimane in giro per la hall anche un giorno intero… Arrivano in genere con una famiglia di 4 generazioni complete, dal bisnonno al nipotino piccolo e cominciano a richiedere servizi che nemmeno sapevo esistessero. Ti trattano come un "Sutra" che in india è un individuo appartenente alla 4^ ed ultima casta. Il Sutra in India è il servo, lo schiavo a servizio di una famiglia… e se tu sei al servizio di tutti i clienti di un albergo sei quindi meno di un Sutra… LAVORA SCHIAVO! Quindi, lampadine bruciate nel bel mezzo della notte, servizio di facchinaggio preteso gratis, ore e ore di indicazioni stradali e la pretesa di prendere possesso della propria stanza anche sin dalle 6 del mattino con l’albergo pieno e le cameriere ancora tra le braccia di Morfeo… L’indiano stresserebbe, grattugerebbe, gonfierebbe e farebbe esplodere gli zebedei anche al più calmo dei sacerdoti Zen.