X-FACTOR… LE EMOZIONI PER FORZA.

Pubblicato: 15 settembre 2010 in Pura Follia
Tag:, , ,

Stasera avevo voglia di scrivere, mancandomi l’ispirazione su quello che è la mia vita privata (e volendovi risparmiare la cronaca di 10 giorni di lavoro serrato e piccoli prolemi di salute) ho deciso che farò il punto sulla seconda puntata di X-Factor.

Premetto che ho seguito integralmente solo la prima parte del programma, della seconda manche ho ascoltato solo le esibizioni e letto la cronaca live su “TV Blog“.

La scorsa puntata si era conclusa con l’eliminazione di Alessandra, una delle cantanti della Tatangelo (che nel frattempo continua a a sfornare perle di saggezza e a truccarsi come fosse una vecchia) e nonostante non fosse proprio la peggiore, la cosa è passata senza troppe polemiche.

Stasera la serata parte con una messa in scena clamorosa per l’ingresso di Facchinetti e dei quattro giudici; la mia curiosità su come si sarebbe conciato Elio è stata subito soddisfatta (…. solo io lo considero un mezzo buffone? Ok, vabbé… è un genio.)

Poi partono le esibizioni:

Borghi Bros. cantano Pretty Woman: Non risulta male, è un’accozzaglia di chitarre elettriche e voci da boyband ma il mix è orecchiabile, i due fratellini sono gradevoli all’occhio e si sanno muovere. Performance senza infamia e senza lode.

Davide Mogavero canta La luce dell’est: E’ un ragazzino di 17 anni che canta Battisti, NON PUO’ interpretare, non ha l’esperienza di vita giusta per farlo, ma la voce ce l’ha e devo ammettere (mea culpa) che non mi dispiace affatto. Un appunto – TOGLIETEGLI QUEL CIUFFO DAGLI OCCHI! NON SI AFFRONTA!!!

Poi tocca a Dorina Leka che canta Secretly: La Tatangelo cerca di arruffianarsela dandole una canzone che di sicuro le piace e lei continua a fare la spacconcella. D’accordo, forse la “ragazza di periferia” non sarà quel mostro di profondità interiore, ma anche questa qua con l’atteggiamento che tiene dimostra di essere estremamente superficiale, dato che lo sforzo di dialogare pare minimo (Io sono roooock, te sei così easy… fottiti!).
L’esibizione è buona, la ragazza è brava ma non è una novità, mi piace.

Ed ecco lui, quello che Elio considera l’artista, il fenomeno (da baraccone… ), quello che non può essere giudicato per quello che fa o che dice perché è comunicazione pura.
Sale sul palco Nevruz Joku per cui non spenderò più di una parola sull’esibizione (orrenda) (e no… non ho mai sentito parlare dei Ribelli e di Demetrio Stratos).
Da domani smetterò di lavarmi, inizierò a mordermi le labbra, non sorriderò più e comincerò a berciare vecchie canzoni… magari qualche scout mi scambierà per un artista e mi farà firmare un contratto con una casa discografica.

Poi Ruggero Pasquarelli canta The great pretender: anche qui…. clamoroso caso di canzone che sovrasta il cantante. Sul cantante c’è da dire qualcosa… ha 16 anni e l’aria da bullo rompipalle. E’ il tipo di ragazzo che, quando andavo a scuola io, ti si avvicinava col mento in su e ti diceva:”Cazzogguardi… c’hai probblemi?” Non mi starà mai simpatico…. lo farei fuori immediatamente.

Arriva il turno dei Kymera (Mortisio e Aigor). Si sono stizziti perché la Tatangelo si compiace della loro presenza in quanto coppia omosessuale…. beh… già che si sia compiaciuta della loro presenza in generale è roba, visto che musicalmente sono inascoltabili. Avanti il prossimo.

La prima manche si conclude e al ballottaggio va Dorina… O.O’ Assurdo…

Nel mezzo non poteva mancare l’ospitone! Si esibiscono i Due di Picche, che è il nome del progetto musicale di DJ-Ax + Neffa (progetto utile quanto un’assorbente di lattice.)

Si parte con la seconda manche, sale sul palco Manuela Zanier, cantante professionista (si sente e si vede) a cui tocca La spada nel cuore (OMG…). Beh… la canta egregiamente, è brava, a me non dice un granché, ma è colpa della canzone sicuramente e di un vago atteggiamento a diva… speriamo che alla prossima non le tocchi “Maramao perché sei morto?”.

Ed è il turno della miracolata della scorsa puntata, Sofia Buconi, alla quale è stata assegnata Lately di Stevie Wonder. Beh.. beh… a me è piaciuta. Ha una vocetta calda e la ragazza si emoziona. Non l’ho trovata così tremenda.. si si, brava Sofia.

A questo punto tocca agli Effetto Doppler, con Ti vorrei sollevare. Posto il fatto che è una canzone che mi ferisce le orecchie, posto il fatto che la Sangiorgessa la metterei al suo posto (a confezionare centrini di pizzo) e che Elisa da sola l’avrebbe resa meno inascoltabile, i tre ragazzotti salentini non mi dispiacciono, sono abbastanza intonati anche se le tre voci insieme fanno tanto effetto Paola & Chiara. Passabili.

Nathalie Giannitrapani canta Time is running out, l’unica canzone dei Muse che non mi fa sanguinare i timpani, e la canta bene! Lei è la mia cantante preferita di questa edizione e almeno che non ci sia qualche new entry che mi attiri credo resterà tale fino alla fine del programma. Brava Nathalie.

E qui vien fuori il caso. Luca diventa razionale e cinico.
Sul palco sale Stefano Filipponi. La sua storia è commovente: è un ragazzo balbuziente che (come tutti i balbuzienti) quando canta perde ogni difetto ed emoziona con una voce angelica… STO PAR DE PALLE! Prende delle stecche che non si vedevano da “Cicciolina e il biliardo pazzo” e se continuano a montargli intorno il filmato strappalacrime risulta commovente per forza!
Stasera canta Quanto t’ho amato che mi dicono sia una canzone di Benigni. Va sicuramente meglio dell’altra volta, ma n’ha da fare di strada.
Nel frattempo la Casale piange, Tommassini frigna, la Maionchi perde il trucco. Come da copione.

All’ultimo scontro va Sofia (non mi trova troppo d’accordo) con Dorina, i giudici votano all’unanimità per sbattere fuori la fragile biondina, la rocker resta.

Impressioni: la puntata è finita con un verdetto leggermente più razionale della scorsa, ma spero in una dipartita (artistica) di Nevruz, quanto prima.

About these ads
commenti
  1. Pompiere scrive:

    Elio “last edition” non è che sia tutto questo granchè: ha perso molto dello smalto giovanile e ha messo su una maschera che oscilla tra la tragedia (inopportuna per un varietà musicale) e la battuta ironica (che viene capita solo da Ruggeri).

    I Fratelli del Borgo possono anche andare a zappare: mio babbo chiede aiuto per l’orticello qui dietro casa. Più che Gruppo Vocale sono due Vocali nel Gruppo. La “U” e la “O”, appunto.

    Nevruz non lo invidio, così come quelli che sono convinti che sia bravo. Mi tengo distante da questa figura che non ha sensibilità e giusto dosaggio nella voce. Per ora ha dimostrato il tormento interiore dell’artista (che sarebbe anche quello mio tutte le mattine quando mi sveglio e vado in bagno).

    Ruggero lo avrei visto bene a imitare i cantanti durante le cerimonie matrimoniali, con il pubblico intorno sorridente perchè gli fa tanta simpatia…e poi è un ragazzo giovane!

    I Kymera andrebbero uniti e mai più separati. Quando cantano ognuno per conto suo si passa dall’intonazione di Aigor al falsetto inopportuno (ma non può scendere di qualche ottavina?) di Mortisio.

    Gli Effetto Doppler andrebbero ascoltati quando, verso la fine di una festa, la gente è stanca e occorrerebbero due risate per rianimare il gruppo. Che li ha presi a fare Ruggeri? E perchè gli fa cantare una roba orribile come quella di Elisa e quell’altro-di-cui-non-ricordo-il-nome?

    Detto questo…
    Davide mi sembra davvero bravo, con una bella voce, ha la presenza di uno della sua età.

    Dorina dovrebbe scegliersi da sola le canzoni: fino a qui ha presentato due esibizioni non impeccabili che fanno sorgere dubbi sulla sua vera vocazione al canto. Speriamo che, a casa, le fighette gocciolanti la smettano di votare per i maschietti e che anche qualche ragazza possa continuare l’avventura a X-Factor.

    Manuela sarebbe già una cantante bella e finita. Che ci sta a fare qui? E’ come mettere alla prova una professionista per poi attendere i soliti giudizi sul fatto che sia “troppo Diva” e che “dietro le quinte ti ho visto mentre ti mordevi le unghie e ti grattavi la passera…”.

    Sofia è stata eliminata dopo la più bella esibizione della serata (insieme a quella di Natalì). Il gocciolamento continua…

    Natalì è una delle più brave, forse la migliore. Ai poster l’ardua sentenza.

    Stefano mi ha emozionato tantissimo alla sua prima esibizione: l’ho trovato vero, appassionato, comunicativo.
    Ieri sera hanno voluto mettergli addosso i panni del clown, poeta per amore. E il risultato è stato che lui si è emozionato così tanto che era quasi inascoltabile. Ha fatto pena lui e tutti quelli che gli hanno voluto costruire addosso questa messa in scena, mancandogli di rispetto.

  2. White Tiger scrive:

    Felice del tuo ritorno al “blogging” dopo l’estate, mi mancavi.
    DETTO QUESTO.
    Magari non avevi l’ispirazione, come hai detto te, di scrivere altro, E SI VEDE.
    Mi spiace dover dare questo parere.
    Se è vero che “de gustibus non sputacchiandum est”, ovvero “non sputare sui gusti degli altri”, è vero pure che hai scritto un commento da “ragazzina sedicenne pre-inacidita”.
    Per quanto sia d’accordo con alcune delle tue opinioni sui vari cantanti, trovo che tu li abbia scritti tanto per scrivere, attingendo a piene mani da tutti i luoghi comuni possibili e immaginabili, hai fatto il pieno di retorica, hai usato uno spirito “pseudo-critico” trito e ri-trito, e secondo me ultimamente hai sc….o poco…
    Non mi spiego altrimenti questa tua caduta di stile, se non con uno sfogo isterico ormonale, dove si piglia una cosa a caso, ci si spala un pò di merda a casaccio e poi ci si illude di aver scritto un articolo spiritoso e graffiante, mentre a chi lo legge vengono le bolle, o si gonfiano le balle, a piacere.
    TU SCRIVI BENE.
    Da te mi aspettavo un’osservazione più approfondita, se pur critica magari, ma che andasse a “toccare” aspetti più interessanti dei vari personaggi di cui hai parlato, dei quali, fuori dagli schemi, c’è secondo me molto di più da dire.
    Insomma, se alcuni degli artisti, come hai detto tu, “non si affrontano”, diciamo allora che questo tuo articolo NON SI PUO’ LEGGERE.

    • TheVirgo scrive:

      Sai quanto apprezzi le tue opinioni e i tuoi commenti, il modo in cui scrivi e la puntualità delle tue frecciate.
      DETTO QUESTO.
      Stamattina ho aperto la mail e, trovando la notifica del tuo commento, non vedevo l’ora di aprirlo e leggerlo… poi il gelo.
      Non mi sarei aspettato un tono così perentorio, per cui a tratti mi sono sentito offeso.
      Come ben sai, quando scrivo sul blog, non distribuisco giudizi, ma esprimo la mia opinione che può essere più o meno condivisibile, ma sono sempre aperto al dialogo e al confronto.
      Quello che ho scritto sulla puntata di X-Factor esprime ancora una volta un mio gusto (tentando di rimanere ironico e leggero), ma è il gusto solo mio.
      Se leggi alcuni miei articoli precedenti puoi trovare post spinti dall’ormone molto più di quanto non lo sia questo.
      Sinceramente se non fossi tu e se il commento fosse stato sottoposto alla mia approvazione prima della pubblicazione, non son certo che l’avrei accettato.
      Quello che mi aspettavo? Una risposta ironica, la solita eccezionale parodia al mio mondo, invece di un apparente sfogo sul primo che passa di una tensione probabilmente accumulata nei giorni addietro.
      Ricordati, tra “IL TUO ARTICOLO NON MI PIACE” e “IL TUO ARTICOLO NON SI PUO’ LEGGERE” c’è un abisso.

      • White Tiger scrive:

        Se il mio tono è risultato addirittura offensivo, mi scuso; ovviamente non ti scrivo mica per offenderti.
        Certo il tono era secco, questo si, ma è stato suscitato da quanto letto, e se mi sono sentito di esprimere il mio parere (ovviamente personale ed opinabile) in modo così “franco” è stato proprio per la confidenza che c’è tra noi. Posto che la “confidenza” non è certo la scusa per mancare di rispetto a qualcuno (e su questo, purtroppo, molta gente fa confusione con estrema leggerezza), ribadisco che il mio intento non era offensivo, quanto, semmai, redarguitorio (concedimi il termine) e come sempre tendenziosamente provocatorio.
        Ci tengo a puntualizzare inoltre che l’espressione “il tuo articolo con si può leggere” era sicuramente un modo per dire “non mi piace” e che ho usato tale espressione citando di rimando quella usata da te nell’articolo; ho usato quella come avrei potuto usarne mille altre.
        Visto che te la sei un pò presa, non approfondisco le osservazioni sul contenuto dell’articolo, che rimando semmai ad un successivo scontro di BOX quando ci vedremo di persona.
        Il concetto più importante è, sopra a tutto, che mi mancavano i tuo articoli nel Blog e che ritengo che tu debba scrivere perchè SAI scrivere.
        Per il resto, che questo articolo non mi sia piaciuto è già chiaro e così rimane, ma questo conta davvero poco, rispetto all’amicizia e al rispetto che ci lega; intendo dire che se ho usato un tono perentorio è perchè ci tengo a ciò che dici, altrimenti l’avrei semplicemente ignorato.
        Bacini Conciliatori, sempre Tuo Tigrotto Bianco

  3. lara scrive:

    davide sei un mito meno male che non sei uscito ciao x factor

  4. azzurra scrive:

    ruggero come è stato vedere morgan dal vivo spiegami tutto

  5. maria scrive:

    stefano doveva uscire da un bel po di tempo nn doveva rimanere ancora li a x factor pero se piace al pubblico nn ci devo fare niente

    ciao da maria

    ciao x factor

  6. TheVirgo scrive:

    Lara, Azzurra e Maria…. tre in uno… la nuova trinità….

  7. marcorso scrive:

    ciao luca. ho letto solo oggi il tuo articolo per via del tuo rimando da facebook. che devo dirti? neanche a me piace nevruz, ma riconosco che ha presenza scenica… diciamo che uno spettacolo potrebbe reggerlo ma non gli comprerei un disco neanche se me lo regalassero… secondo me è un pò costruito… quando mai un “rocker” come tutti lo definiscino accetterebbe di partecipare a una trasmissione dichiaratamente pop come x factor? per stefano secondo me il discorso è diverso: lo staff di x factor ha capito che il caso umano vende (in termini di audience) per cui hanno comprato i voti dai call center (non è una novità… lo fanno tutti, vedi sanremo e lo scandalo del principe con pupo…) proprio perchè gli faceva comodo uno di cui si parlasse e strappasse qualche lacrimuccia di compassione (sbagliatissimo secondo me…) e ieri che si va ormai a giocarsela sul contratto, la casa discogrefica non aveva alcuna intenzione di farlo vincere e hanno smesso di comprare i voti, e infatti è uscito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...